logo Share InternationalLetture
  linea orizzontale
img Articoli del Maestro

1982-1993

linea orizzontale

Il Maestro è uno dei membri anziani della Gerarchia Spirituale dei Maestri di Saggezza e il suo nome è ben conosciuto nei circoli esoterici. Per diverse ragioni, la sua identità non viene rivelata. Benjamin Creme ha un contatto telepatico costante con questo Maestro che gli detta gli articoli mensilmente dal 1982. Alcuni di questi articoli sono tradotti in italiano; per gli altri vogliate consultare il sito in inglese.


linea orizzontale

Colui che bussa alla porta

Articolo del Maestro – tramite Benjamin Creme

Nella vita di ogni nazione arriva un momento in cui un esame di coscienza si impone; in cui essa deve rivolgere uno sguardo nuovo agli ideali che hanno ispirato la sua costituzione, scritta o no, alla luce di ciò che è stato compiuto, e riesaminare i risultati ottenuti. Una volta fatto questo con onestà e franchezza, l’autocompiacimento che ostentano tanti dirigenti per conservare il loro ascendente vacillante sul popolo, lascerà il passo a un discorso più in sintonia con la realtà. Il tempo di numerosi leader è contato.

Degli avvenimenti accadranno tra poco, che provocheranno una ridistribuzione del potere e l’emancipazione dei popoli. All’attuale simulacro di democrazia succederà una partecipazione autentica, che aprirà un nuovo capitolo nella lunga ricerca di giustizia e libertà dell’umanità.

Nel momento stesso in cui si scrivono queste righe, un piano è lanciato, per accelerare questo processo e portare gioia a milioni di persone che soffrono il martirio. Pazientemente attendono questi poveri disperati: ammassati come bestie nella fornace impietosa del deserto; privati di lavoro e alloggio nelle arroganti metropoli di questo mondo; condannati a trarre una magra sussistenza dalle terre più aride. Aspettano la liberazione che ora bussa alla porta. Presto vedranno il loro liberatore; molti l’hanno già visto e vivono solo per vederlo di nuovo.

Sui campi di battaglia che sfigurano il nostro tempo, Egli appare a tutti con la stessa grazia. Presto i numerosi miracoli di cui è l’autore conquisteranno il cuore di uomini e donne del mondo intero. L’una dopo l’altra le sorgenti curative saranno scoperte, e ne seguirà una grande purificazione dei templi degli uomini.

La storia ci insegna che gli avvenimenti non si ripetono mai in modo identico; il tempo e l’evoluzione ne assicurano il rinnovamento. Coloro che sperano in un salvatore come ai vecchi tempi aspetteranno invano. I tempi nuovi necessitano di metodi nuovi, e i nuovi problemi chiamano nuove soluzioni.

È così che Maitreya affronta la situazione attuale, e si occupa dei temi che preoccupano tutti gli uomini: fame e lotta per la sopravvivenza, equilibrio del pianeta, condivisione e giustizia, pace e guerra. Non c’è dubbio che Egli venga per aiutare l’umanità, ma viene soprattutto per insegnare. Prestate dunque attenzione ai suoi insegnamenti, in quanto contengono l’essenza della vita. Dalla loro ispirazione sarete guidati fino al firmamento.

A coloro che vi chiedono "Cosa ci riserva il futuro?", rispondete che una stella brillante ha rinunciato al suo legittimo posto nei cieli per dirigersi verso gli uomini e portare sulla Terra dei regali, fino ad ora sconosciuti. Questa stella benedetta dai cieli si chiama Maitreya. Mostrerà agli uomini la via del divenire che può essere la loro. Egli indicherà loro la porta segreta che conduce al cuore di Dio, e li aiuterà ad oltrepassarne la soglia. Marcerà con l’umanità e con gli angeli, e tesserà tra loro dei legami. Con l’esempio e l’insegnamento, indicherà a ciascuno il cammino della salvezza. Egli rigenererà il mondo e gli darà un nuovo incanto. Prestate orecchio: Egli bussa alla porta.

Da Share International, gennaio 1993

linea orizzontale inizio pagina

Il Piano si compie

Articolo del Maestro – tramite Benjamin Creme

E’ con il più grande interesse che la Gerarchia osserva l’evoluzione attuale della situazione mondiale. Di fronte a molti eventi disparati, solo un occhio perspicace può capire il determinismo che li sottende e stabilire le relazioni che si impongono.

Senza questo campo di visione, l’umanità si sente disorientata, persino in preda allo sgomento e alla paura. In un mondo in cui la pace e la prosperità sembrano a portata di mano, pare che l’orizzonte si oscuri: le sofferenze derivanti dalle privazioni economiche e dai conflitti etnici si aggiungono ogni giorno a quelle generate dalla fame e dall’ingiustizia diventate endemiche. “Perché si va così male?” si domandano coloro la cui fede e coraggio sono minati dagli eventi attuali. “Ma quando comincerà la nuova era che è stata promessa?”

Inevitabilmente l’attuale periodo di transizione comporta numerose difficoltà. Tutto ciò di cui siamo testimoni risulta dall’impatto nel mondo di grandi energie e forze che suscitano vari tipi di risposta da parte dell’umanità. Purtroppo queste risposte non sono uniformi e omogenee, ma condizionate dagli interessi, dalle ambizioni e dai desideri particolari, sia a livello individuale che nazionale. Ne deriva una pletora di movimenti e rivendicazioni nazionalisti e etnici che emergono sulla scena mondiale. Dal nostro punto di vista, questi movimenti costituiscono una risposta legittima, anche se alterata, alle energie che inondano il mondo e che fanno nascere il desiderio di libertà - si applaude così il rovesciamento dei regimi politici oppressivi, mentre si condanna a giusto titolo il fratricidio, la guerra e le atrocità nate nondimeno dallo stesso influsso di forze.

Si pensa talvolta che in quanto “governo interiore” del pianeta, la Gerarchia possa dirigere tutti gli eventi, qualunque sia la loro importanza. Nulla è più lontano dalla verità: come potrebbe agire così senza infrangere il libero arbitrio dell’umanità? La Gerarchia ha come missione di implementare il Piano divino mediante “il centro che vien detto il genere umano“. Ciò deve svolgersi nel rispetto costante del libero arbitrio umano che è di natura divina. Pertanto non cercate la perfezione del Piano giorno dopo giorno, anno dopo anno. Il suo compimento a lungo termine non lascia alcun dubbio. Solo i capricci degli uomini tracciano i margini del sentiero che prende.

Presto si assisterà al rilascio delle tensioni che oggi esercitano la loro pressione sul mondo. Gli eventi attuali sfoceranno in una crisi che metterà fine alle discordie e permetterà l’espressione e l’ascolto di punti di vista più sensati. Le necessità economiche spingono i paesi più ricchi a pensare anche loro in modo più globale, più in sintonia con i bisogni della comunità. Presto i problemi generati dalla cupidigia costringeranno gli uomini a ripensare la loro teoria e pratica economiche, e ciò aprirà la via a un mondo più giusto. Questa evoluzione non è sicuramente "dietro l’angolo", ma è relativamente vicina. Non abbiate alcun timore, non ci sono fallimenti nello svolgimento del Piano. In verità il Piano si compie.

Da Share International, ottobre 1992

linea orizzontale inizio pagina

La promessa del futuro

Articolo del Maestro – tramite Benjamin Creme

In risposta ai bisogni dell’umanità, a volte si schiude la porta, fra Gerarchia e Umanità: a un grado maggiore o minore, vengono diffusi alcuni insegnamenti e delle informazioni a beneficio di chi ne può fare uso. Adesso è proprio uno di questi momenti.

Per quanti "hanno occhi per vedere e orecchie per intendere" questi articoli costituiscono uno dei metodi per accedere a nuove informazioni attuali, per ravvivare le verità ancestrali e per focalizzare con luce rinnovata i valori perenni sottostanti l’evoluzione umana.

Nel corso degli anni, mi sono impegnato nel presentare ai lettori di questa rivista un esposto della vita futura, onde ispirare un approccio positivo e felice verso tale futuro, equipaggiandoli così di quegli strumenti di conoscenza, per affrontare correttamente le problematiche del quotidiano.

Forte delle mie esperienze e presentimenti, ho pensato di adottare un atteggiamento da "vegliante" onde mettervi in guardia, voi, i lettori, dai pericoli imminenti, e consentirvi di agire con coraggio e convinzione, a servizio del Piano.

Per molti, non è un servizio che ho svolto invano; vi hanno trovato guida ed ispirazione. In molti attendono, avidi, la loro periodica libagione di verità. Vi sono persone che leggono con calma, con occhio distanziato, e con la mente e il cuore ancor più distanti; altri ancora sono perplessi e non sanno cosa pensare.

Negli articoli recenti, mi sono concentrato sull'emergenza di Maitreya e di Noi stessi, Suoi discepoli. E’ l’accadimento centrale di quest’epoca, senza precedenti da indicibili millenni, giunto ora al suo culmine.

Ora, e succede spesso, Maitreya appare davanti a molte centinaia di persone, per informarli della Sua presenza, invocando il loro aiuto. Presto, queste apparizioni attireranno l’attenzione dei media e s'inizierà a investigare in merito. Tale indagine rivelerà la presenza di un uomo incomparabile, dotato di poteri straordinari, e che propone risposte inconsuete ai problemi e alle necessità degli uomini.

Ci troviamo alle soglie di una Nuova Era. Gran parte delle persone avverte ora il vento del cambiamento, diffondersi in tutto il mondo, indicatore del tempo nuovo.

In mezzo al caos, mentre certezze e forme del passato affondano, si percepisce un nuovo mondo in attesa di sbocciare. Un mondo migliore, più sicuro, e più sensato: un mondo più giusto.

Il mio compito consiste nel sottoporre a voi tali speranze e progetti, per invogliarvi alla collaborazione e al servizio attivo, per guidare i vostri passi se dovessero farsi vacillanti, e per risvegliare in voi l’asserzione che non siete soli e nemmeno abbandonati. Sono felice di essere al vostro servizio.

Colgo benevolmente l'opportunità di alleggerire il vostro fardello e di preservare davanti a voi la promessa di un futuro dorato e glorioso.

 

Da Share International, maggio 1992

linea orizzontale inizio pagina

La gente non resterà delusa

Articolo del Maestro – tramite Benjamin Creme

Ogni giorno che passa, sempre più persone stanno prendendo coscienza che qualcosa di nuovo, del tutto insolito, sta accadendo sia a loro che al mondo.

La persone percepiscono che gli eventi in corso riplasmeranno il futuro, conducendoli non si sa dove: un’aspettativa che allo stesso tempo spaventa e stimola.

La gente avverte con crescente fiducia che l'umanità non è spacciata; anzi, contro ogni pronostico e ignara del perché, ha superato la prova del fuoco che minacciava la sua esistenza.

Le persone avvertono pure una forza accrescersi in loro, capace di effettuare cambiamenti nella loro vita, per meglio gestire il proprio destino.

Svanisce così per sempre l’epoca nella quale i dirigenti governavano contro la volontà dei popoli, soggiogandoli con le loro moleste dottrine.

I giorni degli autocrati sono contati: uno dopo l’altro stanno abbandonando l’arena del loro inglorioso regno. I tempi nuovi poggiano sul popolo, e dalle loro fila scaturiranno i nuovi portavoce.

Aspettando, dietro le quinte, si erge il Cristo.

Con garbata indulgenza e con sforzo incessante, Egli plasma le condizioni essenziali per comparire fra gli uomini. Tutto è ormai pronto, rimangono solo gli ultimi ritocchi.

Presto, il mondo saprà che l’Istruttore è qui, che il Figlio dell'Uomo è tornato, che il Rappresentante dell'Altissimo si è posto personalmente ancora una volta al servizio dell'umanità.

Il Suo appello, riecheggiante ovunque nel mondo, trarrà il meglio da tutti coloro che percepiscono in cuor loro lo stesso desiderio di giustizia, di libertà e di amore. Con forza sempre più incalzante, si eleverà da ogni nazione la richiesta d’attuazione di questi valori fondamentali.

Così sarà. E così Egli focalizzerà la volontà di una miriade di anime, e diventerà il portavoce di ogni loro aspirazione.

La sua, non sarà l'unica voce che gli uomini ascolteranno.

In tutto il mondo, in ogni paese, i gruppi attendono l'opportunità di esprimersi. Dovutamente preparati e istruiti, si tengono pronti a servire appena saranno chiamati.

Essi conoscono le necessità del momento e le risposte ai problemi che affliggono oggi l'umanità. Difficoltà che verranno risolte una dopo l’altra e inizierà un nuovo capitolo nell'evoluzione della razza.

Tra non molto, questi Saggi si faranno avanti, a disposizione del mondo. Il loro altruismo avvincerà i popoli e la loro accortezza conquisterà la fiducia di tutti.

Siate dunque rasserenati da tutto ciò, sappiate che stanno per giungere tempi nuovi e migliori. Rincuoratevi e sappiate che nulla può fermare lo slancio del cambiamento che ora pervade il mondo.

In passato, la gente subiva gli eventi rassegnandosi passivamente al proprio destino. Oggi, una nuova consapevolezza pervade sia le menti che i cuori della gente, ravvivandone l’innato bisogno di giustizia e libertà. E non resterà delusa.

Da Share International, aprile 1990

linea orizzontale inizio pagina

Risveglio alla responsabilità

Articolo del Maestro – tramite Benjamin Creme

In tempi passati, i cambiamenti avvenivano lentamente; per lunghi secoli, nella propria struttura e attività, la società è rimasta relativamente statica. Inoltre, vaste aree del mondo non si conoscevano fra loro; le relazioni, anche tra località attigue, erano sporadiche e in gran parte coinvolgevano solo i commercianti e i soldati.

Oggi tutto ciò è cambiato. La comunicazione prospera quasi ovunque nel mondo, portando gli eventi quotidiani all'attenzione di tutti. Pressoché ovunque, non si possono più misconoscere gli avvenimenti repentini e spesso crudeli che turbano l’occhio e la percezione di miliardi di individui ogni giorno.

Di fatto, il mondo si è come ridotto alle dimensioni d’un villaggio e, come nel villaggio, le azioni di uno influenzano la vita e gli interessi di tutti.

Non esiste ormai più una nazione che possa tenersi in disparte, declinando la responsabilità dei propri misfatti. Il potere da solo non conferisce più questo privilegio.

Sempre più, le nazioni si stanno risvegliando alla loro reciproca interdipendenza e corresponsabilità, fenomeno questo di buon auspicio per il mondo intero.

Posti sotto pressione dal popolo, i governi recepiscono finalmente l’esigenza di salvaguardare l'ambiente da cui dipende ogni vita futura.

Senza una visione lungimirante e rispettosa dell’ambiente, il futuro per l'umanità sarebbe davvero tetro.

Gradualmente, i decisori si rendono conto che il tempo non sta dalla parte di chi depreda e contamina il pianeta, che le risorse non sono illimitate, e che la natura reagisce allo sfruttamento e al degrado..

Vi è una crescente consapevolezza che l'azione attenta e concertata, su scala globale, può ovviare alle molteplici violazioni dell'ordine naturale, prodotte dall’uomo per ignoranza e avidità.

Il primo passo è stato fatto, ma ci vorranno molti anni di assiduo impegno per arrestare l’insidia dovuta all’inquinamento e alla depredazione che minaccia l'uomo ora.

Fortunatamente, non tutto in futuro appare così offuscato.

Come sempre, l’uomo non è solo: sono state intraprese varie misure affinché gli venga rivelata la conoscenza su modalità innovative più pulite e più sicure per generare energie. Queste tecnologie completamente nuove trasformeranno la vita quotidiana, lasciandogli il tempo e la carica necessari per esplorare il proprio essere e il proprio proposito.

Così dotato, l'uomo apprenderà a lavorare e a vivere in sintonia con la natura, persuaso dalla propria ricchezza: una cornucopia traboccante, atta a sostenerlo in tutto quanto desideri o necessiti. Quando l’umanità vedrà il Cristo, il fulcro della questione sarà molto chiaro: gli uomini dovranno affrontare la sfida di lavorare assieme per la prosperità di tutti, o di lasciar risuonare a morte la campana per un pianeta già pesantemente esausto, ponendo così ai massimi livelli di pericolo il proprio futuro.

Maitreya in Sé, non ha dubbi sul fatto che gli uomini ascolteranno e risponderanno alla Sua chiamata.

Da Share International, maggio 1989

linea orizzontale inizio pagina

La nuova semplicità

Articolo del Maestro – tramite Benjamin Creme

Arriverà un tempo, in un futuro non troppo lontano, in cui gli uomini sapranno con certezza di essere degli dei. Questa divinità si manifesterà come Fratellanza e nella realizzazione di una cultura, in cui l'umanità svilupperà le facoltà e la forza donate da Dio.

Ispirati dal Cristo e dai Maestri, gli uomini si ritroveranno beneficiari di nuove conoscenze, così da ampliare la propria concezione sul senso della vita.

Inevitabilmente ne fluirà la creazione di nuove forme, nuovi approcci alla vita, metodi di lavoro e di produzione, motivazioni e obiettivi rinnovati, quali nuovi marcatori delle conquiste umane. Un approccio originale alla vita che condurrà a relazioni e prassi rinnovate.

Dapprima i progressi saranno lenti ma, gradualmente, cambiamenti di vasta portata trasformeranno il mondo. Ogni nazione apporterà le sue specifiche caratteristiche alla nuova armonia mondiale.
Soprattutto, un nuovo spirito di buona volontà motiverà le azioni degli uomini e condurrà alla creazione di una vera pace .

Così sarà. Diverrà dunque realtà "il Desiderio di tutte le Nazioni"; i figli degli uomini percepiranno se stessi quali Figli di Dio.

Molti oggi attendono l’ esternazione di un grande Maestro, un Avatar, una Guida, che li conduca in sicurezza attraverso il labirinto delle attuali difficoltà e pericoli, che li guidi alla 'Terra Promessa', la terra 'stillante latte e miele', del bengodi, dell’ abbondanza.

Una tale visione del Maestro non è del tutto falsa, ma riflette una prospettiva di profondo materialismo. Certamente vi sarà abbondanza che apporterà nuovo vigore all’umanità a tutti i livelli. Questa 'nuova vita' è il dono spirituale del Cosmo, focalizzato attraverso il Cristo e presentato a tutti gli uomini.

Ma una terra di abbondanza sarebbe accessibile a tutti già oggi; non occorre aspettare l'Avatar per riparare ai torti attuali.

Non serve un Salvatore, quando l'uomo può salvarsi da sé. "Prendete i bisogni dei vostri fratelli quale misura per le vostre azioni, e risolvete i problemi del mondo." Così parlò il Cristo, delineando i semplici passi verso la giustizia e la prosperità per tutti.

Molti attendono l'Avatar per sanare i propri mali personali, dimenticando che la cura risiede nelle loro mani. "Nessun uomo è un'isola", né può pretendere di esserlo: quando le esigenze di tutti saranno soddisfatte l'individuo prospererà.

La prosperità è uno stato dove l’essere può affermare "non manco di nulla", in cui non vi sono né grandi ricchi né molto poveri.

Gli uomini rimangono ben lontani da questo stato benedetto, fintantoché il lusso e la fame camminano di pari passo. Il Cristo presenterà all'umanità una nuova semplicità, che permetterà la condivisione fraterna fra tutti.

La cooperazione sarà la nota chiave di questa vita semplice, e la condivisione delle risorse sarà all'ordine del giorno. Si esprimerà in tal modo la divinità dell'uomo e il Piano progredirà fra gli uomini. Per l’umanità inizia ora una grande avventura, che li condurrà alle vette più elevate. In tutta la sua semplicità, la nuova vita sarà conosciuta e vissuta, ricca, piena di significato.

Dalle “Acque della vita dell'Acquario”, fluirà quella completezza spirituale a cui tutti anelano in cuor loro.

Ne scaturirà un singolare approccio ai dilemmi di potere e denaro, di privilegi e prestigio. La fermezza nel servire sostituirà la sete di profitto; il desiderio di giustizia soppianterà l'avidità distruttiva.

Ognuno ha un ruolo da svolgere nella creazione di questa fiorente libertà.E’ essenziale che tutti quanti avvertano le sfide attuali, aderiscano svolgendo bene il proprio ruolo.

Da Share International, maggio 1987

linea orizzontale inizio pagina

Il ritorno di Coloro che sanno

Articolo del Maestro – tramite Benjamin Creme

Nella storia del mondo, di rado vi è stata un’epoca come questa, così carica di mutamenti convulsi e di promesse per l’umanità. Una volta ancora, nel giro della Grande Ruota, l'uomo si appresta a scoprire un significato e un proposito nuovi nelle manifestazioni esteriori della sua vita, ed a rinnovare il contatto con la Sorgente di ogni sua saggezza e ispirazione.

Dopo i doverosi lunghi preparativi, l'antico Corpus di Sapienti, la Gerarchia Spirituale, sta tornando nella quotidianità degli uomini, risoluto nel porvi i semi della conoscenza e della verità che eleveranno gli uomini alle sommità, da cui gli Dei sorridono.

Nell'immediata epoca futura, gli uomini sapranno percepire i Maestri di Saggezza come loro amici, partecipi del lungo cammino evolutivo, quali guide e mentori in una crescente presa di coscienza del Piano che Essi servono, e come garanti dei compimenti futuri.

Al momento attuale, i Maestri stanno assemblando le loro forze per combattere la tirannia e la cupidigia, lo sfruttamento e le privazioni. Essi sanno che non tutti gli uomini sono pronti agli inevitabili cambiamenti, come sanno pure che la maggior parte, di gran lunga, desidera una nuova dimensione di vita ed è pronta per le azioni e i sacrifici necessari. Non tarderanno a rispondere al Consiglio dei Grandi.

Preparatevi a vedere i Maestri e a rispondere alla loro chiamata. Preparatevi ad agire e ad aiutarli nel loro compito. Preparatevi, inoltre, al flusso di nuova luce, nuova vita e nuova conoscenza, con cui inonderanno il mondo.

Così tutto sarà trasformato. Così il vecchio verrà eliminato e una nuova era comincerà; I Maestri sapranno ritemprare la vita degli uomini e creare le condizioni per l'emergenza dell’uomo nuovo.

L'uomo nuovo dimostrerà la sua adesione alla verità che l'umanità è Una, coesa dalla forza dell'amore stesso, dalla propria tolleranza e innocuità e dalla corretta relazione con tutti i regni della natura. L'uomo nuovo si distinguerà per la sua capacità di giusta azione percepita intuitivamente, e per la sua capacità di interpretare correttamente la volontà di Dio.

Gradualmente, emergerà così il Dio che risiede nel cuore di ogni individuo a livello potenziale, in attesa di essere chiamato a manifestarsi dalle azioni della persona stessa.

La chiave di questo sviluppo risiede in un crescente rapporto di lavoro tra i Maestri e gli uomini. Ne conseguirà un legame così profondo che nulla potrà spezzarlo, creando così un canale per i doni di saggezza, amore e conoscenza che sono i Maestri ad elargire.

La divinità in Loro evocherà il divino nell'uomo, e gli uomini scopriranno di essere sempre stati degli Dei.

Tutto questo non avverrà in un giorno, ma, in modo continuo e sicuro, il divino negli esseri umani risponderà al fuoco dell'amore divino e della saggezza che I Maestri emanano. La gente, raccogliendosi attorno a quel fuoco, intravvederà, come rispecchiato fra le fiamme, il proprio futuro.

Così sarà, poiché così è stato decretato dal Signore della vita stesso.

A breve, i Maestri saranno visti e conosciuti per ciò che sono – Guide e Insegnanti per la razza umana, Fratelli Maggiori dell'umanità, i Sapienti nelle cui mani è custodito il destino del mondo.

Accoglieteli fra di voi, siate benevoli nel servire con loro. Siate generosi offrendo il vostro servizio, diventando dunque loro collaboratori. Sappiate che Essi conoscono la Via e che vi accompagneranno alle Porte della Libertà.

Da Share International, marzo 1985

linea orizzontale inizio pagina

Che luce sia

Articolo del Maestro – tramite Benjamin Creme

Ogni secolo avvicina l'uomo al suo obiettivo: la dimostrazione, in tutta la sua perfezione, della Luce di Dio. In questo modo l'uomo diviene ciò che è potenzialmente – un Dio vivente. Ogni incarnazione segna un passo ulteriore nell’ascesa alla vetta.

 

Con ognuna di queste esperienze l'uomo apporta ai suoi veicoli un briciolo di luce, il che muta sottilmente la vibrazione dei suoi corpi. Quando tutti i suoi corpi vibrano alla frequenza della luce, la missione è completata, il viaggio è terminato.

Dal punto di vista dell'uomo, il viaggio è finito; dal punto di vista dei Predecessori, coloro che l’hanno già completato, il viaggio è appena iniziato.

Così ogni uomo e donna compie la metamorfosi dall'uomo a Dio. Dalla crisalide della materia, con tutti i suoi limiti, emerge il Maestro liberato, irradiante la Luce di Dio. Questa Luce persiste In tutta la vastità dell'universo, esprimendosi in ogni dimensione e su ogni piano, condizionata unicamente dalle forme in cui si manifesta.

Queste forme danno accesso alla Luce a coloro la cui consapevolezza dimora nel mondo della materia; essenzialmente però la Luce è priva di forma, senza bisogno di alcuna struttura per sostenere il suo Essere.

Nel profondo di ognuno di noi abita una tale luce, in attesa dell'opportunità di risplendere. In ognuno, brilla il potenziale di tutto il Cosmo. In ognuno risiede pure la volontà di liberare quella luce, e manifestare così la natura di Dio. Questa luce e questa volontà sono proprie dell'anima e saranno attivate quale risultato dell'allineamento dell'anima.

Cercate, dunque, l'allineamento con l'anima e date espressione al proposito di Dio. Cercate dentro di voi, scoprite la fonte di ogni conoscenza e dell’amore. Rivelate al mondo la Luce dell'anima e unitevi alla schiera dei servitori del mondo.

Il mondo è pronto per più luce. I popoli di tutto il mondo sono assetati di nuove conoscenze, su se stessi, su Dio. Proprio per questa prontezza, i Maestri hanno preparato Se Stessi, onde inaugurare una nuova era di Luce.

Potenzialità illimitate di progresso saranno offerte all'umanità: l'uomo si stupirà delle scoperte che consentiranno la padronanza delle forze naturali; rimarrà stupito dalle meraviglie e dalle bellezze a lui così rivelate; egli riconoscerà con certezza la realtà di Dio, la relazione tra l’uomo e questa divinità, ed entrerà volutamente in cooperazione con il Piano Divino.

Ecco, quanto si prospetta all'umanità, alle soglie dell'Era dell’Acquario. Un’Era in cui il Piano Divino prospererà nuovamente, affinché l’uomo possa infine accettare consapevolmente il proprio destino.

Molti oggi ne dubitano, di fronte a un mondo di scissioni e tensioni. I problemi sembrano troppo complessi, le divisioni troppo estreme.

Ma è proprio nel momento di massima necessità, che giunge il Maestro, Portatore di nuova Luce. Egli è ora tra voi, aspettando fiducioso l'invito a servire. Diffondete la Luce che Egli apporta e permeate ogni cosa di santità.

Abbracciate i Suoi Insegnamenti e portate soccorso a tutti i bisognosi. Manifestate la Sua Luce e create di nuovo questo mondo.

Da Share International, dicembre 1983

linea orizzontale inizio pagina

L’avvenire convoca l’umanità

Articolo del Maestro – tramite Benjamin Creme

Di tanto in tanto, ho accennato alla necessità di infondere lo spirito di condivisione, affinché le risorse del mondo possano essere distribuite in modo più equo; ne conseguirebbe un calo delle tensioni e delle immense sofferenze umane.Ciò darebbe nel contempo nuovo vigore alla vita e all’attività economica delle nazioni già sviluppate.

La linfa vitale planetaria deve circolare. Le economie stagnanti delle nazioni più ricche possono essere stimolate solo riconoscendo che anche le nazioni più povere hanno il diritto di vivere e di godere di un ragionevole standard di vita: e solo la condivisione lo permette.

Diventa sempre più evidente all’umanità che il mondo è Uno; che l'umanità è un organismo il cui benessere globale dipende dalla salute di ogni sua parte; che l’ignorare i segnali di pericolo, di malessere, non è più né possibile né saggio.

Molti ora se ne accorgono e chiedono giustizia, ma solo il grido dell'umanità intera risvegliata potrà smuovere i potenti dalle loro posizioni di avidità. Presto il mondo saprà per certo che l’umanità non può che condividere o perire.

Maitreya non perderà tempo ad aprire gli occhi a tutti su questa verità. Mostrerà agli uomini che il mondo appartiene a tutti: ricchi e poveri, potenti e spodestati, bianchi e non. Sottolineerà pure la necessità di un'azione concertata per risolvere i problemi che l'uomo deve affrontare oggi e indicherà la via risolutiva. Inviterà tutti gli uomini ad accettare la necessità di un cambiamento, stimolando la loro aspirazione e focalizzando la loro volontà ovunque, affinché giustizia venga fatta.

Così unirà tutti coloro che auspicano l'istituzione di forme migliori attraverso le quali si possa esprimere la divinità dell'uomo; da tale moltitudine si eleverà un grido come non lo si è sentito mai su questa Terra; un grido per la giustizia e la verità, per la libertà e la pace.

Dunque i leader risponderanno e, con crescente slancio, questo mondo verrà trasformato. Così sarà; così Maitreya getterà le basi della nuova civiltà basata sulla condivisione e sull'amore.

Non riuscite a sentire il nuovo ritmo influire sulla vostra esistenza? Come ignorare il nuovo impulso che esorta gli uomini all'azione? Tutto sarà ripristinato e presto l'offuscamento lascerà il posto alla luce rivelatrice.

Tutti coloro che sono idonei a rispondere ai bisogni del tempo, troveranno un proprio posto: lo contempla la Legge del Servizio. Chiunque auspichi servire troverà certamente un incarico o un obbiettivo da realizzare, nonché la guida volenterosa di mani esperte. Vi aiuteremo nel ripristinare la sanità di questo mondo e lavoreremo come fratelli al vostro fianco, ripulendo i detriti del passato.

Presto il mondo assisterà a grandi cambiamenti e saprà che la Nuova Era è iniziata.
Il vecchio sta scomparendo, mentre l’avvenire convoca l'umanità. Nessuno deve temere il futuro, poiché esso custodisce in sé la promessa dell’eredità divina dell’uomo e dell’instaurazione ovunque della Volontà di Dio.

Servite e realizzate quel futuro, per voi e per i vostri fratelli. Servite e sappiate di lavorare all'unisono con la Volontà di Dio. Servite gioiosamente e saggiamente, accedete alla libertà e alla felicità.

Da Share International, marzo 1983

linea orizzontale inizio pagina

Ragione e intuizione

Articolo del Maestro – tramite Benjamin Creme

Stiamo entrando in un'epoca in cui la ragione sarà gradualmente rimpiazzata dalla più alta facoltà dell’intuizione. La facoltà di ragionamento dell'uomo, di cui è giustamente fiero, un giorno cadrà sotto la soglia della coscienza e diventerà altrettanto istintiva che il respiro o il movimento oggigiorno. L’uomo si troverà confrontato ad un’enorme espansione di coscienza attraverso lo sviluppo della sua intuizione: una consapevolezza sugli stati dell’Essere a lui ancora del tutto sconosciuti, ma già predisposti ad essere percepiti dalla sua mente una volta risvegliata.

Ogni espansione della coscienza è preceduta da fasi di tensione; al clima di conflitti e di difficoltà che l’umanità sta attraversando ne seguirà uno di tranquillità e di equilibrio, che favorirà il graduale sviluppo dell'intuizione. E dunque, l'uomo riconoscerà immediatamente, senza più contraddizioni, la sua vera natura quale anima creata a immagine di Dio.

Con il risveglio dell'intuizione, l'uomo scoprirà i segreti della natura, come svolgere il proprio ruolo nel piano evolutivo di tutti i regni. Egli scoprirà in sé facoltà e conoscenze che mai potrebbe sognare di avere: tutto quanto serve conoscere si presenterà prontamente alla sua mente illuminata.

La successiva tappa nel compimento della razza umana, sarà l'avvento di quelle anime la cui facoltà intuitiva è già attiva e potente. Queste anime sono ora adunate nei piani interiori della vita e presto faranno la loro comparsa. Esse costituiranno la prossima (sesta) sotto-razza dell'attuale quinta razza-radice e condurranno l'umanità dall'oscurità della mente limitata e razionale verso la luce dell'intuizione.

Tutto diverrà possibile per l’uomo. La luce dell'anima irradierà i problemi dell'umanità e nel contempo ne evidenzierà la risoluzione. Per cognizione diretta, l'uomo si dirigerà infallibilmente verso il proprio obiettivo.

Ciò che noi chiamiamo ragione, ha avuto un ruolo significativo, portando l’uomo alla soglia della divinità, predisponendolo alle facoltà della mente superiore. In senso stretto, ciò che chiamiamo intuizione, deriva dal livello di coscienza manasico, mentre l'intuizione vera ha la sua origine nel più alto, il livello Buddico. Si tratta essenzialmente di comprensione amorevole o vera saggezza.

In chi è attiva l’intuizione, non vi è separazione, e l'unicità del tutto è percepita all'istante. Le illusioni della mente razionale vengono trascese e la realtà è conosciuta.

Nella lucentezza dell'intuizione, l'uomo ricostruirà il suo mondo e percorrerà la via di Dio, seguendo i passi di tutti i predecessori che si sono realizzati quali figli di Dio.

Il Nostro compito, nel vivere e lavorare fra di voi, sarà quello di stimolare, laddove possibile, tale facoltà superiore della mente e di farvi progredire nel sentiero.

Già ora, le porte della percezione si aprono, e molti si scoprono possessori di verità intuitive. L’allineamento con l’anima ha aperto i canali e molta luce vi fluisce. Nel momento di maggior necessità, una percezione più chiara della realtà diventa possibile per la razza umana: un buon auspicio per il futuro.

Mentre l’intuizione va realizzandosi pian piano, le tendenze separative della mente razionale diminuiscono, e ne consegue un clima più benefico per tutte le relazioni.

Il compito dinanzi a voi è chiaro: aprite le finestre dell'anima e lasciate che la sua luce irradi la vostra vita.

Con l’intuito risvegliato date ampiezza all’anima, affinché possa esternare le conoscenze e i propositi insiti in lei.

Afferrate il significato della compassione e diffondete questo amore.

Consentite alla saggezza della vostra anima di bandire ogni illusione, di farsi luce per i vostri fratelli.

Questo è il compito di quanti auspicano percorrere Il Sentiero di Luce.

Risvegliate l'intuizione per una chiara visione del piano; risvegliate l'intuizione per dissolvere l'oscurità; risvegliate l'intuizione per scacciare ogni paura.

Da Share International, settembre 1982

inizio pagina