logo Share InternationalDomande
  linea orizzontale
img Domande

Alcune delle domande e risposte pubblicate nella rivista Share International:

linea orizzontale

2005        2006        2007        2008        2009        2010        2011        2015        2017       

2009

linea orizzontale
linea orizzontale

novembre '09

D. Certe persone che hanno visto "la stella" raccontano che hanno l'impressione d'aver sentito un'energia che ne emanava. Questo succede veramente?

R. Sì. La stella (le quattro stelle) emana energia, la qualità che associamo abitualmente all'amore, e per questa ragione certe persone dicono di amare veramente "la stella" e la riveriscono come qualcosa di sacro.

D. Non penso di aver visto "la stella" ma mi piacerebbe molto vederla. Se qualcuno desidera fortemente vederla, è possibile che la stella appaia?

R. Sì, più persone hanno riferito questo fenomeno. Quello di cui dobbiamo ricordarci è che "la stella" è un vascello spaziale con degli occupanti all'interno, e sono loro che percepiscono il desiderio e vi rispondono.

D. Ho visto "la stella" il 2 marzo 2009, fatto confermato in "Share International". (1) Le apparizioni della"stella" si producono secondo il karma di una persona, la responsabilità di informare o per un'altra ragione? (2) Quale sarebbe il modo più efficace di informare la gente e di conseguenza di accelerare la prima intervista di Maitreya e quindi il giorno della Dichiarazione?

R. (1) Chiunque può vedere "la stella". (2) Contattare i media riferendo ciò che avete visto e chiedere loro di porre delle domande su questo fenomeno anomalo.

D. Qual è la differenza tra una vera speranza e una falsa speranza?

R. La vera speranza emana dall'anima, ed è quindi una qualità spirituale. Riempie la persona del desiderio di ricercare e visualizzare un'aspirazione, in vista di un miglioramento futuro, ed è quindi una forza motrice dell'evoluzione stessa. È la ragione per la quale la speranza è, per l'umanità, un aspetto essenziale della vita. La falsa speranza è invece l'espressione di un desiderio emozionale di credenza, d'aiuto e di sicurezza. È essenzialmente il risultato della paura e conduce spesso alla delusione.

 

linea orizzontale inizio pagina

ottobre '09

D. Papa Benedetto XVI afferma che le ossa scoperte a Roma nel giugno 2009 sono quelle di San Pietro. (1) È esatto? (2) Se no a chi appartengono?

R. (1) No. (2) Ad uno sconosciuto.

D. Nel suo Viaggio al centro della Terra, Giulio Verne descrive l'esistenza di comunità umane viventi sotto terra, di cui certe non civilizzate e aggressive e altre con un livello avanzato di sviluppo. Recentemente dei libri di Trigueirinho hanno descritto l'esistenza di una civiltà sotterranea. (1) Esiste una civiltà sotterranea sul nostro pianeta? (2) Esistono delle civiltà sotterranee su altri pianeti del sistema solare? (3) Se sì su quali?

R. (1) No. (2) Sì. (3) Non segnalato.

D. Se un reattore nucleare è costruito, ma mai operativo (mai messo in funzione) (1) può ancora causare una minaccia d'inquinamento dell'ambiente e dell'atmosfera? Ugualmente se (2) un reattore nucleare è chiuso, può ancora rappresentare una minaccia se è inattivo o durante il processo di smantellamento? (3) Se è il caso, in che misura questa minaccia è importante?

R. (1) Sì. (2) Sì. (3) Questo dipende dall'abilità di quelli che sono incaricati dello smantellamento.

D. Sono confuso riguardo al legame tra Maitreya e gli esseri di altri pianeti, per esempio i grandi vascelli spaziali che appaiono come "la stella". Quale legame esiste tra Maitreya e questi esseri? Perché sarebbero implicati nella Sua venuta?

R. Viviamo tutti nello stesso sistema solare, che funziona come un sistema unitario. Il pubblico può, in generale, non conoscere la realtà della vita sugli altri pianeti del nostro sistema solare, o non crederci, ma le Gerarchie di tutti i pianeti sono in contatto. Esiste infatti una sorta di Parlamento Interplanetario che rappresenta tutti i pianeti. I Fratelli dello spazio sono qui per aiutare gli abitanti della Terra a superare le difficoltà che la nostra propria ignoranza ha generato, e per svolgere con Maitreya, e con la nostra Gerarchia Spirituale nel suo insieme, le opere di salvaguardia.

 

linea orizzontale inizio pagina

settembre '09

D. Quando vi sarà la prima apparizione di Maitreya alla televisione? Bisogna aspettare che ancora più persone vedano "la stella" e/o che i nostri sistemi finanziari crollino maggiormente?

R. Ciò non è legato ad un nuovo crollo dei nostri sistemi finanziari, né al fatto che un maggior numero di persone veda "la stella".  Secondo le mie informazioni, la prima intervista di Maitreya avverrà molto molto presto – prima di quanto lo crediate possibile. Ma evidentemente, se ancor più persone vedessero "la stella" e portassero la loro testimonianza, potremmo avviare un dibattito mediatico mondiale sul ruolo delle "stelle".

La gente non ha necessariamente bisogno di essere d'accordo su ciò che io credo esse siano – dei giganteschi vascelli spaziali: uno proveniente da Marte, uno da Giove, uno da Venere e un altro da un pianeta il cui nome non è stato dato. Si tratta di vascelli spaziali che svolgono un lavoro specifico direttamente connesso alla "stella"– non di UFO comuni i quali svolgono il loro lavoro abituale, seppur anch'esso straordinario.

Mi è stato riferito che le quattro "stelle" resteranno nella loro postazione fino al giorno della Dichiarazione, al nord, al sud, all'est e all'ovest, in modo che qualsiasi sia il posto in cui vi troviate nel mondo, la vostra regione sarà coperta da una "stella". Tutto ciò che dovete fare è continuare a cercarle; non compaiono sempre. La gente s'immagina che basta guardare il cielo per vederle all'improvviso. Non è così semplice. Sono gigantesche, ma non fino ad occupare l'intero firmamento. Sono però di dimensioni superiori a pianeti e stelle ordinarie e si spostano.

Ogni "stella" misura circa quanto cinque campi di calcio. Non si manifestano sempre in quanto devono ricaricare le loro batterie; ossia si spingono il più vicino possibile al sole, il che richiede un certo lasso di tempo, per poi tornare ad occupare la loro posizione ed a spostarsi in ogni senso. È questa la loro caratteristica specifica: si muovono in ogni senso. A volte avanzano su domanda: quando ne vedete una, potete chiederle di spostarsi: si è constatato che rispondono al pensiero umano. Abbiamo pubblicato in "Share International" la lettera di una lettrice che ha visto la stella e le ha detto "Se sei davvero "la stella", potrei vederne un'altra?" e quasi subito un'altra stella è apparsa vicino alla prima, poi un'altra ed una quarta. Si sono allineate una vicina all'altra.

D. Le "stelle" sono delle forme di vita?

R. Le "stelle" non sono forme di vita, sono dei vascelli spaziali prodotti su Marte, Venere, Giove e un altro pianeta, il cui nome non è stato rivelato. Due sono stati fabbricati su Marte, che è la "manifattura" di vascelli spaziali per il nostro sistema solare, dove si produce il 90% di tutti i vascelli spaziali. Sono creati con la forza del pensiero e non fruiscono di materia fisica densa. Se vi recaste su Marte non vedreste niente, ma ci sono più Marziani su Marte che non persone sulla Terra, che conta circa 6,7 miliardi di individui. Marte è più piccolo che la Terra; pure i suoi abitanti sono più piccoli. Se foste un Marziano, vedreste tutti gli altri Marziani; nella loro ottica hanno un aspetto fisico, ma per noi sono invisibili, a meno di disporre di una visone eterica. Marte non è un pianeta molto avanzato, sebbene lo sia la sua tecnologia. In quanto corpo di un Essere cosmico, si trova più o meno allo stato di sviluppo del nostro pianeta, ma in termini di tecnologia, ci supera di migliaia di anni. Venere è un pianeta molto avanzato, è l'alter ego del nostro pianeta ed è al suo ultimo stadio di manifestazione. Ogni pianeta ne attraversa sette, e noi siamo circa a metà percorso.

D. C'è qualche ragione di sperare che l'emergenza avverrà presto? A Natale ha dato a molte persone, che hanno confidato in Lei, un'immensa speranza, ma tutto ciò sembra non aver avuto alcun esito. Ciò che è stato annunciato come "una stella molto brillante, visibile da ognuno giorno e notte" sembra essersi ridotto a poco, paragonato alla speranza suscitata. Ciò ha condotto alcuni ad allontanarsi da Share International. (1) È possibile che l'emergenza di Maitreya possa prodursi solo tra un certo numero di anni? (2) o che Maitreya possa aver cambiato opinione sulla sua intenzione di lavorare apertamente nel mondo?

R. (1) No. (2) No. Naturalmente ognuno spera di vedere Maitreya prossimamente, ma la gente è impaziente, ignara dell'enorme opposizione, cosmica e planetaria, verso la sua emergenza. La domanda che ritengo ci si dovrebbe porre è: "Cosa ho fatto per accelerare la sua emergenza? È sufficiente, oppure mi limito a restare spettatore nell'attesa che Maitreya agisca?"

 

linea orizzontale inizio pagina

luglio-agosto '09

D. Il nuovo tipo di influenza è causato dai nostri pensieri errati o dall'inquinamento ambientale?

R. Non tanto dall'inquinamento, ma certamente dai nostri pensieri ed azioni inopportuni. Noterete che alla fine di ogni periodo di forte tensione, o di guerra, vi sono delle ondate  epidemiche influenzali, talvolta una pandemia internazionale, talvolta circoscritte in certe regioni. Le guerre pongono l'umanità in uno stato di stress. La tensione che ne risulta crea le condizioni di squilibrio. Ciò pregiudica le forze elementali subumane, e quelle connesse alla salute lederanno l'umanità in modo tale da causare delle epidemie. Allo stesso modo, siccome siamo in uno stato di squilibrio, noi lediamo gli elementali il cui lavoro è di regolare il clima. Essi perdono il loro equilibrio ed il risultato lo si riscontra nel clima totalmente perturbato degli ultimi 20 o 30 anni.

Laddove vi sono dei cicloni, per esempio, essi sono esagerati, perché le forze avendo perso il loro equilibrio, generano cicloni imponenti, distruttori di parti di nazioni. Migliaia di persone muoiono per via di questi cicloni, pur essendo in circostanze relativamente sicure.

La stessa cosa con le placche teutoniche, che si spostano l'una rispetto all'altra, e spostandosi creano una tensione poi liberata sottoforma di sisma. Attorno al Pacifico c'è una zona di attività sismica, incrementata dai pensieri ed azioni errate dell'umanità. Le scosse sono perciò rafforzate, da forti diventano assai drastiche. È una distorsione provocata dallo squilibrio della Terra.

L'umanità è incline al pensiero meccanicistico, ma il mondo è un'unità, un essere vivente organico. Ogni atomo di questo essere è connesso a tutti gli altri atomi. Dobbiamo dunque imparare a pensare diversamente, non in modo frammentato, ma organico. Il solo modo di vivere correttamente, in accordo con la Legge di causa ed effetto, sta nel comprendere e nel vivere in modo inclusivo entro questo spazio vitale organico, il pianeta Terra.

D. In che modo gli abitanti degli altri pianeti aiutano l'umanità? E perché vi sono tante apparizioni di UFO nei Paesi Bassi, come è stato menzionato recentemente su Share International?

R. La prima cosa da capire è che gli UFO, gli oggetti volanti non identificati, possono non essere identificati dalle agenzie governative, ma sono ben reali, esistono ed hanno una missione. Senza il loro aiuto questo pianeta sarebbe ormai inabitabile. Tutti gli UFO che entrano nel nostro spazio atmosferico provengono da pianeti del nostro sistema solare, per la maggior parte da Marte e Venere. Ci si dice che non c'è vita su Marte e che anche Venere è inabitabile. Questo perché le persone "sagge" che ci dicono questo genere di cose, i governi e gli scienziati, non comprendono nulla riguardo l'energia. L'esoterismo postula sette stati fisici della materia. Disponiamo di strumenti che permettono di misurare solo gli stati solido, liquido e gassoso; in base alla nostra tecnologia limitata, ne deduciamo dunque che non vi sia nulla al di sopra dello stato gassoso. Questo non è vero.

Se vi recaste su Marte non vedreste niente, a meno di possedere la visione eterica. C'è in effetti più gente su Marte, pur essendo più piccolo, che sulla Terra. Anche su Venere non vedreste niente, ma ci sono abitanti su Venere come su ogni pianeta nel nostro sistema solare. I Maestri del nostro pianeta sono in contatto con i Maestri dei diversi pianeti. Il sistema solare agisce come un'unità. I pianeti non sono isolati, sono in contatto in ogni istante ed evolvono insieme. Se un pianeta recede, come ha fatto il nostro, ciò coinvolge anche gli altri.

Gli esseri che si trovano negli UFO, qualsiasi sia il pianeta dal quale provengono, (si tratta più spesso di Marte e Venere, ma a volte anche di altri pianeti), compiono una mansione immensa per eliminare, o almeno ridurre, l'inquinamento. L'inquinamento è la principale minaccia per l'umanità e provoca più decessi di qualsiasi altra causa. L'inquinamento è all'origine del crollo del nostro sistema immunitario, esponendoci ad ogni sorta di malattia, contro cui altrimenti saremmo immuni. Il peggior inquinamento deriva dall'energia atomica, che pensiamo di poter controllare. In molte nazioni si costruiscono centrali nucleari, ma riversando nell'aria nel corso del processo, un'energia che gli scienziati che costruiscono le centrali non possono nemmeno misurare. Non possediamo una tecnologia che permetta misurazioni al di sopra dello stato gassoso, i quattro livelli superiori dell'energia atomica, i più nocivi per l'umanità e il regno animale.

I Fratelli dello spazio dedicano una gran parte di tempo ed energia a neutralizzare, nella misura in cui la legge karmica lo permette, l'inquinamento nucleare sul pianeta Terra. Abbiamo un enorme debito nei loro riguardi. Un'altra parte del loro immenso lavoro per il pianeta consiste a riprodurre sul piano fisico, il campo d'energia magnetica attorno al pianeta. Il campo energetico è fatto di correnti d'energia magnetica e laddove esse si incontrano e si incrociano, ne risulta un vortice o centro di forza. I fratelli dello spazio riproducono questo centro energetico sul piano fisico, in connessione con una nuova tecnologia che ci procurerà energia illimitata, proveniente direttamente dal sole. La relazione tra l'energia solare e l'energia magnetica, che viene dal nostro campo magnetico, libererà l'umanità e ci darà un'energia sicura, illimitata, che coprirà tutti i nostri bisogni.

Cosa pensate che siano i cerchi nel grano, gli agroglifi? Sono dei punti, dei vortici su questa rete magnetica creata dai Fratelli dello spazio. Si tratta della nuova tecnologia della luce preannunciata da Maitreya. Questi vortici si trovano naturalmente ovunque nel mondo, non soltanto dove vi sono degli agroglifi. Essi sono lì per attirare l'attenzione sulla presenza dei Fratelli dello spazio. Sono delle strutture stupefacenti, create in pochi secondi dai "vascelli" dei Fratelli dello spazio. Sono delle realizzazioni complesse e molto belle che non possono essere create in altri modi; appaiono nel mondo intero ma la maggior parte si trova nel sud dell'Inghilterra. Perché? Per la presenza di Maitreya a Londra.

Il mio Maestro ha parlato recentemente di un "raduno delle forze di luce", intendendo l'avvento dei Maestri nel mondo di ogni giorno; i Maestri sono le forze di luce del nostro pianeta. Ma si riferisce anche alla congiunzione con le forze di luce di Marte e Venere e forse di altri pianeti, in gran numero. Dove sono stati avvistati pochi UFO, diverranno numerosi; e dove già erano molti, ce ne saranno ancor di più. E questo ovunque, non solo nei Paesi Bassi. Un numero crescente di persone invia dei resoconti concernenti le apparizioni di UFO.

A Londra, nei pressi di dove abito, una notte, recentemente, vi sono stati 17 vascelli spaziali che volavano a bassa quota; sono stati osservati da numerose persone, che hanno fermato la loro auto per meglio ammirare la parata degli UFO. C'è dunque un raggruppamento di queste forze. La gente avrà sempre più prove dell'esistenza dei "dischi volanti", gli UFO. E tutto ciò è parte integrante del piano dell'Esteriorizzazione della Gerarchia del nostro pianeta.

 

linea orizzontale inizio pagina

giugno '09

D. Ho fatto delle ricerche sul fenomeno UFO. Ho letto varie volte su Share International che si tratta dei nostri Fratelli dello spazio. Le varie specie di alieni sono tutti nostri Fratelli spaziali oppure alcuni sono buoni e altri cattivi? Faccio fatica a credere che quelli che rapiscono, prendono il controllo e fanno paura possano avere un progetto benefico per l'umanità. Può dare qualche spiegazione?

R. Sì, gli esseri che dirigono i vascelli spaziali che vediamo sono tutti benevoli, senza eccezione. In effetti compiono un lavoro difficile in nostro favore, neutralizzando ,nella misura in cui la legge karmica lo consente, una gran parte dell'inquinamento che diffondiamo nell'atmosfera, negli oceani, nei fiumi e nel suolo. Abbiamo un grande debito verso di loro. Durante più di 60 anni i governi hanno nascosto al pubblico la realtà di questi visitatori dello spazio, e sanno che essi sono completamente inoffensivi. Nondimeno, quando non possono più controllare la credenza circa la loro esistenza, questi stessi governi paranoici li presentano come rapitori brutali che cercano il controllo sull'umanità. Niente è vero in questa propaganda calunniatrice, e presto la gente lo saprà in modo certo. I Fratelli dello spazio lavorano con la nostra propria Gerarchia planetaria, di cui Maitreya è il capo.

D. Cosa l'ha ispirato a viaggiare in così tanti paesi e ad intraprendere varie campagne per un mondo migliore?

R. La cosa più ispirante deriva dal contatto con il mio maestro, che vive in Himalaya. Mi ha trasmesso molte informazioni, dicendomi di comunicarle al mondo. Mi ha detto: "sii preparato per viaggi lunghi ed estesi, poiché presto gli inviti abbonderanno" e così è stato. Sono semplicemente andato nei luoghi dove mi hanno invitato, impegnandomi in questo servizio, lieto di andare dove ero richiesto.

D. Maitreya ha detto: "senza autostima non si giunge a niente". Dunque, quali sono i piccoli passi che conducono la persona ad aumentare la stima di sé quando scarseggia?

R. I successi, di ogni genere, in qualunque direzione, accrescono l'autostima. Di conseguenza, andrebbe compiuto ogni sforzo nel concretizzare un obbiettivo, grande o piccolo, per poi innalzare con fermezza i nostri traguardi, finché la fiducia correlata al buon esito raggiunto, si fa forte e risoluta . L'aspirazione ne è la chiave. Se riusciamo a stimolare l'aspirazione recondita in noi e negli altri, l'autostima ed il valore di sé aumentano automaticamente.

D. Nel 2008 sono andato a trovare un amico vicino al Lago di Costanza e mi ha detto che nei pressi di Bermatingen in Germania, nel suolo di una scuola d'equitazione a Wiggenweler, sgorga una sorgente curativa, le cui acque hanno già aiutato molte persone. Potrebbe dirmi se questa sorgente è energetizzata con proprietà curative e da chi?

R. Sì, dal Maestro che fu la Madonna a suo tempo.

D. Pratico la Meditazione di Trasmissione una o due volte la settimana, però devo lottare con tutte le esperienze emozionali del passato che affiorano. E' meglio che smetta o che perseveri? Ho attraversato tempi duri in passato e questioni che avevo rimosso adesso riemergono. Cosa dovrei fare?

R. Perseveri, questa fase passerà presto.

 

linea orizzontale inizio pagina

maggio '09

D. (1) Il suo Maestro potrebbe dare la sua opinione su una questione scientifica molto difficile? L'idea che il fatto di accelerare lo sviluppo della tecnologia verde al massimo possibile non basterà ad eliminare i pericoli di un riscaldamento climatico, un'opinione recentemente espressa da persone come il giornalista scientifico Sharon Begles e l'eminente scientifico James Kovelock. (2) Se fosse il caso, suggerirebbe il metodo consistente a trasformare i rifiuti agricoli in carbone di legno, bruciandoli in un ambiente povero di ossigeno, recuperando così il carbonio che le piante assorbono dall'aria sviluppandosi? (3) Oppure sarebbe d'accordo con Freeman Dyson, uno degli uomini più intelligenti al mondo, secondo il quale dovremmo cessare di preoccuparci, e secondo cui il problema si rivelerà altrettanto privo di fondamento che la questione del codice informatico Y2K all'inizio del millennio, rassicurando così le persone come me, la cui opinione non cessa di fluttuare in un senso o nell'altro?

R. (1) Sì. Esistono altri fattori da prendere in considerazione, come il rimboschimento. La sparizione di numerosi alberi antichi ha provocato un'enorme perdita di ossigeno, che dev'essere ripristinata. (2) Sì, è una cosa che potremmo fare per cominciare. (3) No, questa attitudine sostenuta da una delle persone più "intelligenti" al mondo finirebbe in un totale disastro.

D. Mi chiedo qual è il suo parere sul modo in cui dovremmo gestire le nostre finanze. Conosco molte persone che desiderano preservare i fondi di cui dispongono per averli a loro disposizione quando i tempi diverranno ancora più difficili. Dobbiamo tenere i nostri soldi in banca, investirli o tenerli sotto il materasso? Oppure i soldi scompariranno?

R. Sotto il vostro materasso! Niente d'altro è sicuro!

D. Per più di 20 anni, l'attesa manifestazione pubblica di Maitreya non è avvenuta, in quanto si sosteneva che essa dovesse essere preceduta da un crollo dei mercati finanziari mondiali. Infatti Maitreya preannunciò un tracollo nel 1988. Ora assistiamo infine a un crollo dei mercati finanziari e la gente ovunque può costatare la necessità dei cambiamenti proposti da Maitreya. L'emergenza pubblica però non ha ancora luogo.

Ora c'è un "astro" che preannuncia la Sua riapparizione, ma si sostiene che ci debba essere un dibattito pubblico sul significato dell'apparizione dell'astro prima che l'emergenza possa avvenire. Non capisco perché ora sembra esserci ancora un nuovo presupposto per la manifestazione pubblica di Maitreya. Potrebbe spiegare il motivo di quanto sta accadendo?

R. Come lei dice, Maitreya ha effettivamente previsto, nella metà del 1988, un crollo finanziario mondiale, precisando che sarebbe iniziato in Giappone. Nel 1989 l'indice Nikkei si posizionava sui 40.000 punti. Improvvisamente è precipitato a 7.000 punti. Oggi si aggira sui 10.000 punti. Maitreya ha raffigurato la prosperità giapponese, fin dal 1989, come una "bolla" inevitabilmente destinata a scoppiare. A ciò ha fatto seguito il crollo dei mercati negli stati del sud-est asiatico e dell'area del Pacifico: Tailandia, Malesia, Hong Kong, Singapore, Indonesia. Poi i marcati sono precipitati in Russia, Brasile, Messico e Argentina. L'America e l'Europa hanno avuto scampo, anche se solo parzialmente, sfiorando una serie di collassi determinanti.

Lei può veramente immaginare che Maitreya possa testualmente emergere all'indomani di tali eventi?

Quello che Egli dona ora è "un corpo di intensa luminosità" quale segno che annuncia la Sua riapparizione. Sarebbe contento che ne scaturisse una discussione aperta, attraverso i vari mezzi di comunicazione, da cui possa generarsi un'aspettativa collettiva concernente la Sua riapparizione. Non dico però che essa dipenda da questo processo. E non lo é, ovviamente; però richiamerebbe l'attenzione di milioni di persone su quello che sta succedendo.

Lei, essendo gia al corrente di questi eventi, aspetta, impaziente, di vedere e ascoltare Maitreya, ma non è così per miliardi di persone: non hanno forse anch'essi il diritto di essere messi al corrente?

Quale altra via migliore potrebbe esserci per informare sull'emergenza di Maitreya e parallelamente attestare l'esistenza dei fratelli dello spazio e dei loro vascelli spaziali, i cosiddetti UFO?

La gente non sa nulla dell'immensità di questa impresa, né a riguardo delle leggi che la reggono; ha dei desideri e aspetta impazientemente che vengano realizzati. Ma che cosa intraprende in concreto per favorirne il compimento? Generalmente, poco o niente. Come dice Maitreya: "niente si realizza da sé; l'uomo deve darsi da fare e concretizzare i suoi propositi".

Per molti anni, i miei colleghi ed io abbiamo fatto il possibile per diffondere queste informazioni. Non ci fissiamo su una data per la manifestazione di Maitreya; sappiamo che è qui e che si presenterà pubblicamente il più presto possibile.

 

linea orizzontale inizio pagina

marzo '09

D. (1) La stella sarà visibile durante il giorno quando il cielo sarà coperto? (2) Qualcuno l'ha già vista durante il giorno? (3) In quale direzione dobbiamo guardare se siamo in Nuova Zelanda?

R. (1) Questo dipende dalla copertura nuvolosa. (2) Sì, abbiamo delle testimonianze dalla Norvegia, Stati Uniti e Corea del Sud, secondo le quali la stella è spesso visibile durante il giorno. Non dubito che ciò si riproduca altrove. (3) Verso l'ovest.

D. Molte persone dicono che il presidente Barack Obama è Maitreya. Durante delle sessioni di domande-risposte, Benjamin Creme ha lasciato intendere che Maitreya e Obama sono due persone diverse, ma che Obama può mostrarsi particolarmente aperto alle idee di Maitreya. Tuttavia i più recenti comunicati stampa che annunciano l'emergenza di Maitreya, le conferenze pubbliche di Benjamin Creme sull'economia e i mali di cui soffre il mondo hanno un legame netto con l'emergenza del nuovo presidente, che parla delle stesse cose. È molto facile capire perché Obama è considerato come Maitreya da certe persone. Potrebbe dirci: (1) se Obama è veramente Maitreya? (2) oppure se è semplicemente ispirato da Maitreya?

R. (1) No, Barack Obama non è assolutamente Maitreya. (2) Dubito che Obama abbia mai sentito parlare di Maitreya. È molto possibile che sia ispirato dalle idee che emanano da Maitreya da anni. Queste sono state espresse da Partage International e sono ora riprese da persone sempre più numerose nel momento in cui il crash economico predetto da molto tempo da Maitreya, sta diventando una realtà. Maitreya ha aspettato fino ad ora per presentarsi apertamente, perché è solo ora che il crash imminente si sta realizzando, conducendo così molte persone – e tra loro, per fortuna, Barack Obama – a vedere la necessità di un cambiamento di direzione.

D. Lei ha parlato del ruolo degli agroglifici e dei nodi energetici attorno alla Terra. È esatto dire che i fenomeni luminosi fanno parte della stessa preparazione per la tecnologia della luce? In altri termini, i fenomeni luminosi sono degli agroglifici urbani?

R. È esatto dire che i fenomeni luminosi fanno parte della preparazione per la tecnologia della luce. Ma non è esatto dire che sono degli agroglifici urbani. Hanno una funzione totalmente diversa. Se potessi dirvi qual è questa funzione, non sarei seduto qui. Avrei tutti gli scienziati del mondo seduti ai miei piedi, che vorrebbero sapere di cosa si tratta. Se lo sapessi, non potrei in nessun modo comunicarvelo. La risposta è che non lo so. Ma ciò che so è questo: se capissimo la tecnologia che ha creato i fenomeni luminosi, potremmo liberare il mondo dal surriscaldamento climatico in brevissimo tempo.

D. Mi chiedo se l'occupazione cinese del Tibet è anch'essa una conseguenza della legge di causa ed effetto. Non posso trovare nessuna ragione logica per le sofferenze dei Tibetani (come non posso trovarne per le sofferenze sopportate dalla gente per la povertà e la fame in tutto il mondo). Hanno veramente fatto qualcosa in passato, per cui karmicamente debbano soffrire ora? Oppure sono vittime di azioni inumane ed ingiuste da parte di altre persone?

R. No, i Tibetani sono vittime dell'aggressione cinese, pura e semplice. Prima del 1947 il Tibet era un protettorato britannico. Finché l'esercito britannico era in India, i Cinesi non hanno osato penetrare in Tibet. Quando i Britannici hanno accordato la libertà all'India, ciò ha aperto un vuoto politico. La Russia e la Cina avevano la possibilità di colmarlo, e la Cina, che per molto tempo ha avuto delle relazioni storiche (buone o cattive) con il Tibet, si è precipitata per prima. I milioni di persone che muoiono di stenti sono vittime della storia coloniale passata, come pure dell'avidità smisurata e della compiacenza nel mondo moderno.

D. Nell'aiutare Maitreya nel compiere la sua missione, la quale include tutte le religioni, come è per chi già segue un altro Maestro o un Guru? Si lasciano conciliare le due cose?

R. Maitreya non è un insegnante religioso. Essenzialmente è un Istruttore Spirituale, impegnato anche nelle problematiche politiche, economiche e sociali del mondo. E' l'Istruttore Mondiale per tutti, religiosi e non religiosi. La maggioranza della gente tende a considerare il cammino religioso quale unica via spirituale; ma questo è solo uno fra i molti percorsi che conducono all'esperienza di Dio. Abbiamo confinato la politica e l'economia a un punto tale nel materialismo profondo, da ritrovarci nelle circostanze critiche attuali. Occorrono una politica e un'economia spiritualmente orientati per mezzo della condivisione, giustizia e libertà per ogni persona; in questo si fondano gli obiettivi di Maitreya. L'Amore scaturisce dall'agire condividendo equamente; è la via verso la pace. Non è nemmeno necessario credere alla realtà di Maitreya, basta essere persuasi di quanto sostiene; Maitreya non desidera seguaci o devoti.

inizio pagina